mercoledì 30 settembre 2009

Pensieri post pranzo

Sono in mensa con 3 colleghe. Tra i vari discorsi, a volte sensati altre volte più idioti, si è finiti a parlare di rapporto di coppia.
Io sto ad ascoltare, lo faccio spesso quando le donne sono prese da un argomento, imparo a vedere le cose da un punto di vista diverso. Una salta fuori che quando è col suo ragazzo non fuma mai, li per li ho pensato "caspita che rispettosa" finchè non ha spiegato che lo fa perchè lui potrebbe non essere d'accordo con questo suo vizio. Insomma glielo tiene nascosto. Le altre commentano. Poi prosegue dicendo che quando lui gli fa vedere dei disegni tecnici che ha creato al CAD lei finge di essere interessata, in realtà si è stufata alla visione della prima tavola. "È che è tanto caro, mi sembra una roba dirgli che non me ne frega nulla" è il suo commento. Le altre a questo punto la stuzzicano "Oh ma non fingerai anche a letto vero?" la risposta è stata "con lui no perchè è bravo, ma con quel che avevo prima mi toccava".
Io ho commentato quasi nulla, ma tutta questa storia, che un po mi ha infastidito, mi ha fatto provare un profondo amore per la mia Lei (amore che sapevo di provare, ma che ha trovato un ulteriore conferma). Perchè la mia Lei si mostra con i suoi difetti, e si fa amare anche per quelli, e quando siamo andati a vivere insieme non mi son ritrovato una persona diversa da quella che ho conosciuto. Perchè se a Lei uno dei miei interessi non piace, me lo dice, a volte con delicatezza, altre volte con più energia, ma non finge di ascoltarmi e intanto pensa ad altro. E se propio mi segue su cose che non la interessano so che lo fa per stare un po con me.
Perchè la mia Lei se non ha voglia di trombare, perchè è stanca o non sta bene o per i suoi buoni motivi, non mi dice di si e fa finta di godere, mi dice di no, e se le faccio girare le palle mi manda pure a cagare, e realizzo adesso quanto rispetto per me c'è in un "va a cagare"! Però sono sicuro che se mi dice di si (e ringrazio il buon Dio che mi dice quasi sempre di si) non mi prende per il culo, mi dice di si perchè ha voglia, perchè vuole me.
Delle cose finte e non sentite, anche se fatte in buona fede, non me ne faccio nulla, non posso gioirne a fondo, non posso cambiarle, e non posso deciderne perchè sono solo un apparenza, un raggiro. Una finta felicità è una vera tristezza.

27 commenti:

  1. Ti ha fatto bene ascoltare...e mi piacerebbe che altri uomini ascoltassero la stessa conversazione per confrontare e quindi apprezzare...come hai fatto tu.
    Poverino, il malcapitato!

    RispondiElimina
  2. Riesco a sorridere come una delle più dolci delle bambole. Riesco a sorridere ai pensieri della gente e alle loro parole. Riesco a sorridere alle loro esperieze e supposizioni. Riesco ad ascoltare anche quando sono idiozie. Ma non riesco ad annuire, ad acconsentire. E spesso non giudico e non parlo. Rimango in silenzio, perchè quella è la loro strada, è quello che hanno scelto per la loro vita, per la loro esistenza.
    Un Amico una volta mi fece una domanda alla quale riflettei molto. "Se trovassi una persona identica a te, se trovassi te stesso nell'altra persona, ti piacerebbe? Lo desidereresti? Ne avresti bisogno? Lo cercheresti?".
    E sono rimasta in silenzio molti giorni ad analizzare me stessa, il mio comportamento e se mi fosse riflesso contro come lo avrei metabolizzato. Metabolizzare se stessi.

    Poi gli ho risposto.

    Si, mi vorrei. Perchè so come sono disposta ad amare, so come riesco a fare l'amore quando amo, so che non so fingere, so che sono reale e concreta, so che non lascio le persone nei loro problemi e mi dedico completamente. So anche che sono variabile di umore, che spesso non si comprende cosa mi gira per la testa, ma so anche che parlandomi io dico tutto, senza remore. So che passo momenti bui, che mi chiudo in me stessa e che mi faccio del male. Ma so anche che avendo "di meglio da fare" non lo farei e che questo è solo il riflesso del mio nulla, del mio vuoto, delle mie non emozioni. E allora ho bisogno di provarle e me le creo, nel peggiore dei modi.

    Si, desidererei una persona come me, farei l'amore con me, per ore. E questo non è egocentrismo. E solo che so di essere in grado di mettere in gioco tutta me stessa in un rapporto e che non mi tiro indietro alle prime occasioni o difficoltà, che vado fino in fondo alle questioni. E che i miei momenti del cazzo, possono essere sorpassati con una battuta al momento giusto, con una carezza. E tutto crolla e torno io.

    E dopo tutto questo discorso, fatto in primis a me stessa, sono tornata a rannicchiarmi in un angolo. Ad ascoltare il mio vuoto incolmato, il mio nulla che gridava silenzio, la mia assenza di emozione. E ho pianto. E ho placato il mio essere nell'unico modo che conosco.

    RispondiElimina
  3. Nel rapporto di coppia, la sincerità è il sale e lo zucchero.
    Il sale perchè impedisce appunto al rapporto di diventare noioso, piatto, prevedibile.
    Lo zucchero perchè lo rende tenero, bello e pieno di sorprese.
    Sei fortunato, Orm', ad avere un legame così con la tua "Lei".
    Lo sono anch'io, benchè a volte non so se me lo meriti!
    Ma purtroppo, in generale è più diffusa l'ipocrisia: un segno dei tempi, anche quello...
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Quanto sarebbe felice, Ormoled, la tua "lei" se potesse leggere quello che hai scritto! Il vostro è un rapporto di coppia vero. Letteralmente. Non è necessario "avere" gli stessi interessi, ma "condividerli" sì. Al mio "lui" piace pescare. Io mi rompo le palle in barca - e non ci vado - ma sono felice "per lui" quando mi racconta di qualche bella "cattura". Io amo i film gialli americani, lui i comici italiani. Se vanno in onda in contemporanea, ognuno vede il suo, su un televisore diverso. E poi, come due scemi, ce li raccontiamo!
    Tanto valeva vederli insieme! Ma è così bello, questo nostro rapporto di coppia. Perché siamo due persone, ognuna con una identità e personalità, che l'altro ben conosce (e non ci sono zone d'ombra) ed ama. Per quanto antithetiche alla propria possano essere.

    RispondiElimina
  5. Sono allibita, come certe donne insultino la propria intelligenza, e insultino i loro compagni. Sai, Ormoled, io sono d'accordo con te, c'è un enorme stima e rispetto in quel vai a cagare, che è lo stesso che ogni tanto mi dice mio marito quando lo mando fuori da ogni grazia di dio, ma è detto con amore, stima e rispetto, e non ringrazierò mai abbastanza Dio per avermelo donato, e per tutte le oche giulive, sappiano che l'ipocrisia è una moneta che non ripaga mai....

    RispondiElimina
  6. hai ragione
    che schifo di donna!
    come si fa a mentire anche a letto?
    non farlo
    almeno ti stimi un pochino

    ciao
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  7. Sai, io invece non ci trovo niente di schifoso come dice Michele - solo una grande tristezza per quella donna (ma potrebbe essere anche un uomo) che non crede in se stesso tanto da mostrarsi come è veramente. E ce ne sono più di quanto si pensi. Vedila la sera, quella tua collega e quelli che sono come lei, contente in superficie per aver mostrato al mondo quello che non sono... non è estremamente e incredibilmente da compatire?
    Ciao, a presto^^^

    RispondiElimina
  8. Ciao, complimenti per il blog. Ti va uno scambio link? Fammi sapere sul mio

    http://andreainforma.blogspot.com

    RispondiElimina
  9. sono completamente d'accordo...io non ho la coscienza sempre cosi' a posto, non sono una persona finta, ma ho le mie ambiguità(d'altronde ho una concezione della coppia distorta, con amore oddio, ele conseguenze si vedono, anche se ho l'aspirazione acambiare)
    Ciao, Ormo, buona domenica

    RispondiElimina
  10. Grazie per essere passato a trovarmi.
    Spero di riprendere al più presto gli incontri
    un abbraccio buon week dal vs Sisifo

    RispondiElimina
  11. Post profondo da incorniciare e far leggere a uomini e donne affinchè imparino una GRande lezione.

    Vedi caro Ormoled...non tutti gli uomini sono come te. Ad alcuni piacciono le gatte morte, quelle che sorridono sempre e poi glielo mettono nel Kiulo alle spalle (scusa la volgarità).
    Scusa ma stasera o domani citerò il tuo post da me e spero tu non ne abbia a male.


    E molte donne non sono come tua moglie...


    E' un cane che si morde la coda.

    RispondiElimina
  12. Anch'io non sparerei così impietosamente sulle donne che sono costrette a fingere a letto. Non tutti hanno il privilegio di poter vantare un rapporto di coppia riuscito, basato su complicità, confidenza e rispetto.
    Solo che, per come sono fatta, dopo un po' faccio outing: detesto mentire.
    Ciao Ormo: ritieniti fortunato.

    RispondiElimina
  13. Io onestamente di una donna finta non ho pietà. La menzogna io non la sopporto. Loro scelgono di fingere non é loro imposto. E' una scelta che non giustifico.

    RispondiElimina
  14. Dunque....
    Adesso vado di fretta, sto arrivando da casa di Nicole....intanto mi segno in lista...poi passerò con calma perchè ho un pò di cosine da dire in merito al tuo post da scrivere su pergamena, metterci un nastro di raso rosso e conservare...
    Intanto...vado...mi allontano indietreggiando mentre m'inchino ripetutamente....

    RispondiElimina
  15. x Stella
    E' una cosa che faccio :)

    x Ashasysley
    Si Asha, non serve dire nulla, in fin dei conti sono scelte che ognuno fa per se (e a volte si basano su un esperienza che noi non possiamo capire) e non sarà di certo dicendo la nostra che gli faremo cambiare idea, come se poi ce ne tornasse qualcosa.

    RispondiElimina
  16. x Riccardo
    Bella sta cosa del sale e dello zucchero :)
    Si hai ragione sono fortunato, o forse ci siamo scelti bene.

    x Bastian
    Grande Bastian hai detto un'altra gran cosa: condividere, magari quel poco che basta.

    x Debora
    Ti dirò sembra una brava ragazza sta collega, e che mi fa un po tenerezza perchè da come parlava non lo fa con secondi fini, sembra anche innamorata e che forse è, come si dice da queste parti, un po cruda. Mi par che non veda oltre insomma.
    I "va a cagare" che mi prendo io magari li per li non sembrano detti con amore, ma ne hanno :)

    x Michele
    Sai come dicevo a Debora, sembra una brava ragazza, però deve maturare il modo di rapportarsi col moroso, almeno secondo me. A me il pensiero di stare assieme a qualcuna agisce come lei mi ha messo il magone, da cui è scaturito il post, ma non mi sento di giudicarla, e spero di non averlo fatto, anche perchè se non condivido i modi, magari le intenzioni sono buone (non la conosco bene ma sembra innamorata)

    x Daniela
    Centrato Daniela. È un po triste, e sicuramente sintomo di insicurezza. Nel post parlo di una lei perchè è un esperienza personale, ma il discorso è decisamente valido anche per noi maschi.
    A presto. ciao

    x Zelda
    L'ambiguità se fa parte di te ed è palesata non è finzione. La tua visione delle cose, almeno dai tuoi post, non mi sembra male :)
    Buona settimana, ciao

    x Sisifo
    figurati, tu posta e sai che ti vengo a trovare... a presto.

    x Nicole
    Ho letto il tuo post, figo va a ben completare questo (divento come un bimbetto su ste cose son qua che rido contento).
    Sulla volgarità nessun problema, come vedi neanch'io sono un lord e poi c'è poco da fare quando serve, serve!

    x Enne
    Si, mi ritengo fortunato :)
    Non era mia intenzione sparare su nessuno, neanche sulla mia collega. Ho sicuramente sottolineato però che io preferisco mi venga detto di no piuttosto, e che apprezzo molto questa cosa, che per come la vedo la trovo giusta. Io la stessa cosa la vedo anche in questo modo: a me piace moltissimo far divertire la mia compagna, come faccio a farlo se non ho indietro i segnali giusti di ritorno?

    x Daniele
    Per quanto mi riguarda sono in linea con te, per quanto riguarda gli altri se non conosco la storia non me la sento di commentare... certo che se poi la conosco e non mi trov d'accordo dico la mia.

    x Darksecretinside
    Ben venuta :) Attendo tue appena sei in comodo :)
    Ciao

    RispondiElimina
  17. Eccomi!

    Innanzitutto, caro mio....io come accennato, m'inchino dinnanzi questo post.
    Poi...prima di passare da qui, ho fatto un salto nel tuo profilo....
    Lo so che potrebbe sembrare pregiudizievole....ma ti dico che ti assicuro che per avere 33 anni e ragionare così, devi essere proprio una persona speciale.

    Dunque...
    La cosa che mi ha colpita maggiormente è "come" hai vissuto tale scena e tutto ciò che le colleghe dicevano.
    Perchè ho rivisto me stessa nelle innumerevoli vicende nelle quali mi son trovata nell'arco della vita, restando scioccata dalla mia categoria, al punto di rinnegare ogni rapporto con le medesime.
    Io sono donna e credo che queste abominevoli assurdità non si possono sentire.Mi offendono ad oltranza.
    Non ho una grande considerazione delle donne in generale e questo è dato proprio dal fatto che esserlo e non riconoscermi in loro, nel generico, mi ha sempre creato disagi.
    Sono daccordo con chi ha detto che sono chiari segni di forti insicurezze, perchè fondare un rapporto sull'ipocrisia con l'annesso vanto nel raccontarlo...si vede proprio che queste donne stanno alla frutta.
    Ti fa onore davvero ciò che hai scritto.
    Non mi va di dirti fino in fondo come la penso, perchè penso "pesante" ma per intenderci...potrei definirmi (simbolicamente) maschilista e femminista insieme.
    (non lo sono in realtà...cogli il senso di queste parole)

    E credo (oltre che vivo così) che i giusti valori, il rispetto, l'amore etc... meritano di essere vissuti esattamente come tu li descrivi, citando ciò che riconosci in tua moglie che è senza ombra di dubbio, una donna ingamba, meravigliosa e degna del tuo amore.

    Per il resto....mi dissocio da ogni forma ed espressione al femminile di ostentazione di stupidità, deficienza e vuoto a perdere!

    Spero di essere stata chiara...ho fatto fatica a non usare parole "non volgari" per descrivere ciò che è di fatto più che "volgare".

    A presto!

    RispondiElimina
  18. ..capitata per caso da queste parti, ti faccio i complimenti per la tua capacità di ascoltare e fare tesoro di ciò che senti...è un dono da non sottovalutare per niente, che mette 1 donna nelle condizioni di essere più spontanea e sincera come sembra essere la tua compagna.

    G.S.

    RispondiElimina
  19. Aggiungo soltanto che trovo molto bello che in tempi caratterizzati da tanta volgarità ed ignoranza come gli attuali, su un blog come il tuo si discuta con tanta franchezza ed attenzione su un tema così importante.
    C'è bisogno di verità perchè come dicevano uomini pur molto diversi tra loro, la verità "vi renderà liberi" (Cristo).
    E "dire la verità, arrivare alla verità insieme, è rivoluzionario" (Gramsci).
    Ciao

    RispondiElimina
  20. Credimi, Ormo, ci sono uomini che certe scenette squallide se le cercano.

    RispondiElimina
  21. Ecco il mio premio per te.
    Per i tuoi commenti, la simpatia, e la schiettezza.
    Ciao Sisifo

    http://odvg3q.blu.livefilestore.com/y1pX3w416PVv3b3zi-7qj04q5wDGIhAlcvUUuz8sus0ilQPRTrAr_3Q645sKNyFDo98tdASMIhZmUiPNuyZZeOSj3DR8u8fBTBh/foto%20per%20amici%20copia.jpg

    RispondiElimina
  22. x Darksecretinside
    Grazie 1000 :) hai fatto bene a fare un salto nel profilo, non c'è scritto molto ma può dare una prima idea.
    Io non sono così rigido con le donne, come per gli uomini ce n'è di tutti i tipi. A differenza degli uomini noto che le donne tendono a farsi più la guerra, ma anche questa è una cosa non sempre vera. Nel post faccio riferimento al pensiero di una ragazza, ma le altre due, che erano con noi, non appoggiavano questo modo di fare.
    Sei stata chiarissima, e, almeno qua da me, usa pure tutte le espressioni forti che ti vengono su, io sono dell'idea che quando ci vuole ci vuole. A presto :)
    Ciao

    x GreenSphere
    Se ti ricapita sei la benvenuta, si quella di ascoltare è una cosa che mi appartiene, e anche di cercare di capire quello che viene detto, che non sempre è così scontato.
    Ciao

    x Riccardo
    Sono d'accordo con te, e sono contento perchè ho stima di tutti quelli che hanno commentato.
    La verità non è semplice, ha un suo prezzo, però se uno la vive ha coerenza e pace dalla sua. Chissà forse un giorno da molto vecchio ci arriverò

    x Enne
    Ti credo, e li forse ci vorrebbe un altro bel post. Ciao

    x Sisifo
    Sei mitico, intanto ti ringrazio. Adesso mi vado a vedere il link poi vengo a commentare da te :)
    Ciao

    RispondiElimina
  23. Ho letto la risposta che hai dato a Darksecretinside circa il fatto che le donne si fanno di più la guerra... ed è vero. Chissà perché, anche fra migliori amiche, la gelosia, l'invidia, il protagonismo è sempre dietro l'angolo. Forse io non ne sono del tutto immune, magari a livello inconscio ne sono contagiata, sarà per questo che i miei migliori amici sono maschi...chissà. Un bacio^^^

    RispondiElimina
  24. Già, c'è più rispetto in un "va a cagare" sentito che in atteggiamenti falsi e subdoli, che detesto con tutto me stesso.

    Ti faccio i miei migliori auguri di un proseguio sempre onesto!

    RispondiElimina
  25. x Daniela
    Guarda non so neanch'io perchè. Io con le donne ci vado d'accordo, e mi capita spesso di essere molto amico di donne che tra loro non si possono vedere, misteri (affascinanti anche) dell'umanità.
    ciaoo

    x Squilibrato
    Ma ciao, si si c'è più rispetto in un "va a cagare", e grazie per gli auguri, spero anch'io di continuare così.... Sai ci sono dei giorni dove la mia Lei mi rispetta molto :D

    RispondiElimina